• 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

BIOGRAFIA

Intervista a Luca Borromeo apparsa sulla rivista AMICA di Novembre 2011 a cura di Paola Tavella.

Luca Borromeo ha 30 anni, i capelli rasati, fisico muscoloso e occhi maliziosi. È un gigolò dal 2007. Mi riceve a casa sua. Porta mocassini e cintura di pitone bianco. Quattro anni fa ha lasciato un impiego da assicuratore: «Adesso ho un ottimo equilibrio, prima ero noioso, inquadrato». Guadagna in media 6mila euro al mese esentasse, e mi dettaglia le spese: «Affitto di un posticino in centro, estetista, automobile, palestra, pubblicità, vestiti su misura». Non si depila («c’è più mercato per gli uomini virili e maturi»), accorcia solo i peli pubici per mettere in risalto le sue doti. Mette denaro da parte: «Sto comprando un appartamento», dice. È gentilissimo, vivace, gran conversatore, informato. Pensa di lavorare ancora a lungo, magari fino a cinquant’anni. Se gli capitasse di innamorarsi davvero, potrebbe vivere con una donna: «Purché fosse chiaro che ognuno è libero di avere una vita erotica indipendente». I suoi genitori sono al corrente. Il padre gli ha chiesto se guadagna bene, ha raccomandato buoni investimenti. La mamma ha scongiurato che non lo venissero a sapere i parenti. Ha studiato da perito elettronico, poi si è iscritto a filosofia. Ha messo un annuncio e qualche foto su un sito di escort “per gioco” e sono arrivate decine di telefonate. Il segreto del suo successo consiste nel seguire le sue inclinazioni. Lo eccita «la situazione, perché è eccezionale. Si va fuori a cena, o a casa dei clienti, e poi a un certo punto scoppia la bomba del sesso, e a farla scoppiare sono io. Bacio in bocca con la lingua, vado a letto sia con donne sia con coppie e con uomini soli, e con gli uomini faccio di tutto, ho molti meno limiti io, che sono un eterosessuale, dei gay». Le donne lo affascinano: «Sono vulcani, ma imbrigliate dalle convenzioni sociali. Quasi tutti scapperebbero davanti al maremoto che può scatenare una femmina che si abbandona ai suoi istinti. Non io». Le sue clienti sono divorziate, single malinconiche, oppure donne lasciate dal fidanzato che vogliono consolazione e conferme, o mogli trascurate e tradite, perlopiù fra i 30 e i 50 anni. Le coppie lo infilano come diversivo in una relazione stanca, per guardarsi a vicenda o mettersi in pari con qualche tradimento. Gli uomini sono di tutte le età e di tutte le nazionalità, di passaggio a Milano o come clienti abituali. Alcuni gay, altri eterosessuali curiosi, che apprezzano un po’ di sesso fra uomini, disinibito ma improntato a una franca virilità da spogliatoio: «Come due pugili che, dopo essersele suonate di santa ragione sul ring, per sfogarsi fanno sesso sotto la doccia».

Leggi tutto

CONTATTI

Cell (+39)3338910103

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SOCIAL

SKYPE

massimiliano.sabatini3

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento e di cookie di terze parti per migliorare l’esperienza di navigazione. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.